E-commerce, ottimizzare una pagina prodotto per la SEO

Per posizionamento organico si intende il posizionamento sui risultati di ricerca che non prevede alcuna attività a pagamento.

Nelle pagine della SERP di Google si hanno 10 posizioni organiche. I risultati che appaiono all’inizio e alla fine della SERP sono i risultati non organici, ovvero sono frutto di annunci a pagamento.

Per ottenere un posizionamento organico, è necessaria un’attività SEO.

Secondo svariati studi, possiamo sapere che:

  • I risultati organici sono i più cliccati
  • Il 60% dei click va sui primi 3 risultati organici
  • Il 91% degli utenti guarda solo la prima pagina della SERP
  • Solo un utente su 10 passa alla seconda pagina della SERP
  • Il primo risultato organico sulla SERP ha un click-through rate pari al 36,4 %, il secondo 12,5%, il terzo 9,5%.

In base a tutti queste considerazioni appare chiara l’importanza di una buona attività SEO per il posizionamento organico. Dovete tenere conto anche che le attività di e-commerce sul web aumentano in maniera esponenziale ogni giorno, quindi anche la concorrenza è in crescita.

Ci sono più di 200 fattori che Google prende in considerazione per determinare il posizionamento del vostro sito per una parola chiave. In quest’articolo ci focalizzeremo sui fattori più importanti per l’ottimizzazione on-page per una pagina prodotto di un e-commerce.

Struttura dell’URL

Partiamo con l’URL della pagina. La struttura ideale dovrebbe essere semplice, pertinente e comprensibile sia dagli esseri umani che dai motori di ricerca.

L’URL è generata automaticamente dal CMS usato per realizzare il sito.

Non deve apparire in questo modo: www.miosito.com/donna/collezione/product/index.jsp?productId=34353316

Se non si fa ciò, sia l’utente che i motori di ricerca non hanno idea di di quale prodotto si tratta solo guardando l’URL.

Alcuni CMS generano URL più leggibili, ma non sempre ottimizzate al meglio sia per i potenziali clienti sia in chiave SEO.

Si dovrebbe inserire la parola chiave all’interno dell’URL, subito dopo il dominio, usando il trattino (-) come separatore tra le parole.

Per esempio: www.miosito.com/jeans-levis-vitabassa-aderenti

Breadcrumbs (Briciole di pane)

Breadcrumbs ottimizzati

I breadcrumbs sono i links di navigazione che si vedono vicino alla parte superiore della pagina. Indicano in pratica il percorso gerarchico per giungere ad una data pagina all’interno di un sito web.

Per esempio: Home > Prodotti > Abbigliamento Donna > Pantaloni 

Essi aiutano l’utente a capire dove sono all’interno del vostro e-commerce, ma sono anche una buona pratica SEO. Infatti creano link interni verso altre pagine del sito ed aiutano a definire l’architettura interna dei links.

Il tag Title

E’ uno degli elementi più importanti di tutta l’ottimizzazione, perché è una delle cose principali che i motori di ricerca cercano per la determinazione del contenuto e della pertinenza del sito con una query.

Pensate al tag Title come una descrizione sintetica del contenuto della tua pagina prodotto.

Come per l’URL, la parola chiave deve comparire all’inizio del tag.

La formula tag title ottimale è: parola chiave principale + eventuale parola chiave secondaria + nome del marchio.

L’eventuale presenza di una parola chiave secondaria + il nome del marchio sono ciò che rendono ogni tag Title della pagina prodotto unico, perché risolvono il problema di avere più prodotti dello stesso tipo. Per esempio, se a “jeans aderente” aggiungete “vita bassa” o ‘Levis’ per ogni tag Title del prodotto, si tiene conto anche di altre parole che i clienti potrebbero cercare.

Tags di Heading

Possono essere usati per suddividere una pagina in paragrafi ordinati attraverso l’utilizzo di sottotitoli. Sono contraddistinti dall’elemento <h>, dove 1 è l’elemento più importante. Quindi H1 sarebbe il titolo più importante di una pagina, mentre H2 sarebbe il sottotitolo di un paragrafo ecc… È opportuno includere la parola chiave almeno nell’H1. Oltre che avere importanza per la SEO, rendono la leggibilità del contenuto più facile per l’utente.

Descrizione del prodotto

La maggior parte delle persone tende a sottovalutare l’utilità di una buona descrizione del prodotto. E’ invece fondamentale, poiché fornisce la possibilità di differenziarsi dalla concorrenza e fornire qualcosa in più rispetto a loro.

Quando si scrive il contenuto di una pagina prodotto ci si deve mettere nei panni del potenziale acquirente, fornendo quindi le informazioni che potrebbero risultare a loro più utili.

Non limitatevi quindi alle caratteristiche tecniche del prodotto, che risultano a volte noiose e parzialmente utili per il potenziale acquirente, ma create contenuti utili, unici ed interessanti.

Un errore che non si deve fare è quello di mettere le descrizioni dei prodotti fornite dai fabbricanti del prodotto. Ci sono tanti e-commerce con questo genere di descrizioni di prodotti.

Pensate che tali descrizioni sono distribuite a tutti gli altri negozi online che vendono lo stesso prodotto e la maggior parte delle volte non vengono cambiate.

Quindi i motori di ricerca vedranno più siti web con lo stesso contenuto questo in genere causa una penalizzazione. Sarebbe quindi una pratica disastrosa e controproducente nell’ottica di una buona SEO per il vostro e-commerce.

Pagina Prodotto Ottimizzata SEO

Pagine prodotto duplicate

Nell’e-commerce è condizione comune la presenza di prodotti affini, che se trattati in maniera sbagliata possono dare origine a contenuti duplicati notoriamente dannosi per la SEO. Mettete cura nelle descrizioni e date enfasi ai particolari, in maniera da evidenziare l’unicità di ogni articolo.

Nelle pagine archivio, spesso potrebbe essere necessario l’utilizzo di rel=canonical per chiarificare al motore di ricerca qual’è la pagina principale da indicizzare.

Recensione dei prodotti

Secondo alcuni studi, quasi il 70% delle persone guardano le recensioni online prima di effettuare un acquisto. Se il tuo negozio e-commerce non ha recensioni di prodotti, si sta perdendo una grande opportunità. Non solo le persone, ma anche i motori di ricerca amano le recensioni di prodotti.

Esse sono una grande risorsa perché forniscono al vostro e-commerce contenuti nuovi e unici. Sono anche un eccellente modo per aggiornare i contenuti del vostro sito a costo zero, perché appunto sono generati dagli acquirenti.

In chiave SEO, aiutano anche ad ottimizzare la pagina prodotto per parole chiave a coda lunga che magari non avete preso in considerazione. Quando infatti i vostri clienti lasciano delle recensioni, potrebbero usare le stesse parole chiave per le quali  i consumatori stanno effettuando una ricerca.

Pulsanti di condivisione social network

La condivisione sui canali social può inviare un segnale per i motori di ricerca circa la popolarità dei vostri prodotti. Ogni condivisione sui social agisce come un voto positivo, indicando che il prodotto è abbastanza interessante perché le persone lo comunichino ad altre.

Non dimenticate infine che, ogni condivisione sui sui social networks, porta traffico sul vostro sito web.

Immagini dei prodotti

I motori di ricerca non possono leggere le immagini, dobbiamo quindi aiutarli noi a fare ciò, ottimizzando le immagini.

Si devono tenere in considerazione due elementi:

  1. Il nome del file dell’immagine: viene generata di solito con una stringa numerica che termina con .jpg. Dobbiamo quindi provvedere a rinominarla in modo descrittivo, come per esempio jeans-aderenti.jpg.
  2. L’attributo alt: è il testo che va inserito in ciascuna immagine. Aiuta i motori di ricerca a identificare di cosa tratta ciascuna immagine. Per una buona ottimizzazione si dovrebbero usare le parole chiave all’interno del testo dell’alt.

Infine, assicurarsi che le dimensioni dei file di immagini non siano così grandi da rallentare il caricamento della pagina. Ciò rallenterebbe la velocità della pagina, causando una diminuzione di traffico per il sito e un abbassamento di posizione nei motori di ricerca.

Adesso che abbiamo passato in rassegna tutti gli elementi dell’ottimizzazione on-page per le pagine prodotto del vostro e-commerce, non vi resta che mettervi all’opera.

Ricordatevi sempre che l’attività di SEO richiede costanza, perseveranza e pazienza.

Non aspettatevi di ritrovarvi in tempi molto brevi sulla prima pagina di Google, perché ciò richiede tempo.

Ma prima o poi il vostro negozio on line inizierà a posizionarsi bene nei risultati di ricerca con certe keywords e anche a scavalcare la vostra concorrenza.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here