Google AdWords: rete di ricerca e rete display

Nel primo articolo abbiamo visto una panoramica degli strumenti a disposizione degli inserzionisti; oggi capiremo come si compone la rete pubblicitaria di Google, e come scegliere il canale più adatto alla nostra attività e al nostro obiettivo di business.

Le reti pubblicitarie di Google sono principalmente due: la rete di ricerca e la rete display.

La rete di ricerca di Google AdWords è probabilmente lo strumento più conosciuto mentre la rete display, composta da migliaia di siti web affiliati, è un canale meno diretto ma che offre allo stesso modo numerosi strumenti di targetizzazione e conversione degli utenti.

Rete di ricerca Google AdWords

La rete di ricerca di Google AdWords, è un canale che si sviluppa principalmente sul motore di ricerca stesso. Gli annunci vengono mostrati sulla pagina stessa dei risultati di ricerca prime e/o accanto ai risultati organici.

Esempio di risultati sponsorizzati per la chiave di ricerca “abbigliamento uomo”

Il vantaggio principale della rete di ricerca, è quello di riuscire ad intercettare gli utenti proprio nel momento in cui stanno cercando un determinato prodotto o servizio. Questo avviene grazie ad un sistema di riconoscimento delle parole e delle frasi inserite nel motore di ricerca.

Quindi, un attività come una palestra, potrà far comparire i suoi annunci per chiavi di ricerca come: corsi di yoga, body building, fitness, dimagrimento, zumba, etc… e tutte quelle parole o frasi che corrispondono ed identificano i propri prodotti o servizi; così come attività relative al matrimonio (sale ricevimenti, fotografi, liste nozze) possono intercettare e pubblicizzarsi con migliaia di utenti che ogni giorno cercano sul web informazioni, foto e recensioni sul mondo del wedding e sono palesemente propensi all’acquisto. Fare esempi è quasi riduttivo, la potenzialità sono davvero illimitate e quasi tutti i settori merceologici possono trarre beneficio.

Nel tempo è inoltre possibile capire quali chiavi di ricerca stanno portando maggiori risultati in modo da ottimizzare le campagne pubblicitarie renderle più redditizie. Ma non solo, grazie ai formati e alle estensioni degli annunci (che vedremo nello specifico più avanti), possiamo far si che la pubblicità abbia un riscontro immediato.

Ad esempio una delle estensioni più utili è il bottone “click to call” per i cellulari, uno strumento potentissimo per pubblicizzare un servizio localizzato in una area specifica, che ci permette di entrare immediatamente in contatto con il nostro potenziale cliente. Dal momento in cui l’utente effettua la ricerca, è “ad un solo click” dall’entrare in contatto con un’attività pronta ad offrirgli un servizio di cui ha bisogno immediato, quindi è semplice convertire ed effettuare la vendita.

Esistono anche altri tipi di estensioni annuncio (recensioni utente, località, links) differenti, ma altrettanto utili a rendere i nostri annunci più efficaci.

La rete di ricerca di Google rende possibile veicolare i propri annunci anche su altri servizi di Google (ShoppingMapsMyBusiness) e siti partner ma solo utilizzando i seguenti formati di annuncio:

  • Annuncio di testo (composto da titolo, descrizione e indirizzo web)
  • Annuncio di testo + estensione

Rete Display di Google AdWords

La rete display di Google AdWords mostra gli annunci agli utenti mentre navigano sul web, situazione che in alcuni casi può risultare più favorevole rispetto alla rete di ricerca. Un elemento fondamentale della rete di ricerca sono i posizionamenti ovvero i siti web dove vengono mostrati gli annunci.

La rete display offre maggiori opzioni di targeting degli utenti. Oltre al targeting per parole chiave, è possibile targettizzare il pubblico per argomenti, segmenti specifici, interessi, o utilizzare di strumenti avanzati come il remarketing.

Il remarkeintg è una tecnica che permette all’inserzionista di mostrare i propri annunci ad utenti che hanno già visitato il proprio sito in precedenza, ottenendo spesso una percentuale più alta di conversione

Per quanto riguarda la scelta dei posizionamenti, possiamo demandare a Google la selezione in base al target da noi selezionato, oppure impostare manualmente i nostri posizionamenti.

Si! Google ci permette di scegliere manualmente i siti web dove vogliamo far apparire i nostri annunci, e vi posso assicurare che nella lista ci sono siti estremamente prestigiosi (WiredRepubblica, etc…) e variegati a livello di argomentazioni.

Infine, sulla rete display abbiamo più scelta per quanto riguarda i formati, possiamo utilizzare:

  • Annunci di testo
  • Annunci illustrati (in vari formati)
  • Annunci rich media (immagini con elementi interattivi come bottoni e slideshow)
  • Annunci video

Nel prossimo articolo capiremo meglio come fare per calcolare ad aumentare la qualità dei nostri annunci, ed ottenere il massimo dal web marketing su AdWords.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here